Scarichi idrici


Lo Studio PC  "Progettazione & Consulenza Globale Integrata" svolge anche consulenza e progettazione per le attività produttive che producono scarichi idrici derivanti dalle proprie lavorazioni.

 La normativa vigente in materia ambientale (D.Lgs. 152/06, recentemente modificato dal D.Lgs. 16 gennaio 2008, n. 4 pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 24 del 29/01/2008) definisce come scarichi idrici “…qualsiasi immissione effettuata esclusivamente tramite un sistema stabile di collettamento che collega senza soluzione di continuità il ciclo di produzione del refluo con il corpo ricettore…” .
La suddivisione delle diverse tipologie di scarichi idrici avviene secondo due criteri:
1) in base alla tipologia degli scarichi;
2) in base al corpo ricettore.

Come tipologie si suddividono in:

 

acque reflue industriali, ovvero derivanti da edifici o impianti in cui si svolgono attività commerciali o di produzione di beni;

 

acque reflue domestiche; ovvero provenienti da insediamenti di tipo residenziale e da servizi e derivanti prevalentemente dal metabolismo umano e da attività domestiche ed i quali risultano sempre autorizzati;

 

acque meteoriche di dilavamento; ovvero causate da fenomeni meteorici i quali possono inglobare sostanze pericolose presenti in piazzali od altre zone di stabilimento e convogliare le stesse nello scarico.

I base al corpo ricettore invece si suddividono in:

 

scarichi in acque superficiali qualora il corpo ricettore sia costituito da acque correnti o stagnanti (fiumi, rii, laghi, ecc… - art.105);

 

scarichi in pubblica fognatura (art.107);

 

scarichi nel suolo (art.103).

 

Ogni gestore la cui attività vada a produrre uno scarico di qualsiasi tipo esso sia, è obbligato dalla normativa vigente a richiedere l’apposita autorizzazione all’Autorità competenti in materia. L’autorizzazione ha una durata di quattro anni ed un anno prima della scadenza deve esserne richiesto il rinnovo.

 

Lo Studio PC  "Progettazione e Consulenza Globale Integrata" mette a disposizione i propri tecnici specializzati in materia ambientale al fine di poter supportare le aziende nelle pratiche autorizzative suddette mediante:

 

la redazione delle relazioni tecniche e degli elaborati planimetrici previsti, nonché dell’apposita modulistica di presentazione alle Autorità e delle eventuali integrazioni richieste in sede di autorizzazione, rinnovo o variazione;

 

supporto tecnico specialistico in fase di progettazione e realizzazione degli impianti di depurazione, collegamento, scarico;

 

campionamenti periodici ed analisi chimiche in laboratorio abilitato delle caratteristiche qualitative dello scarico al fine del rispetto dei valori limite previsti dall’Allegato 5 al D.Lgs. 152/06.

Lo Studio PC fornisce inoltre consulenza ed assistenza nei rapporti e nella gestione dei contatti con le Autorità competenti in materia.

 

Zone operative dello Studio PC

Lo Studio PC "Progettazione & Consulenza" opera principalmente in Toscana (specie a Firenze, Prato, Pistoia, Lucca, Pisa, Massa carrara, Livorno, Siena, Arezzo), Grosseto), Lombardia (specie a Milano, Bergamo, Brescia, Como, Cremona, Lecco, Lodi, Mantova, Monza e Brianza, Pavia, Sondrio, Varese), Piemonte (specie a Torino,  Alessandria, Asti, Biella, Cuneo, Novara, Verbano - Cusio - Ossola, Vercelli), Valle d'Aosta (specie ad Aosta), Trentino Alto Adige (specie a Trento e Bolzano), Friuli Venezia Giulia (specie a Trieste, Gorizia, Pordenone, Udine), Veneto (specie a Venezia, Belluno, Padova, Rovigo, Treviso, Verona, Vicenza), Emilia Romagna (specie a Bologna, Ferrara, Forli - Cesena, Modena, Parma, Piacenza, Ravenna, Reggio Emilia, Rimini), Liguria (specie a Genova, Imperia, La Spezia, Savona), Umbria (specie a Perugia e Terni), Marche (specie ad Ancona, Ascoli Piceno, Fermo, Macerata, Pesaro e Urbino), Lazio (specie a Roma, Frosinone, Latina, Rieti, Viterbo), Abruzzo (specie a L'Aquila, Chieti, Pescara, Teramo), Molise (specie a Campobasso, Isernia), Campania (specie a Napoli, Avellino, Benevento, Caserta, Salerno), Calabria (specie a Catanzaro, Cosenza, Crotone, Reggio Calabria, Vibo Valentia), Puglia (specie a Bari, Brindisi, Foggia, Lecce, Taranto, Barletta - Andria - Trani), Basilicata (specie a Potenza, Matera), Sicilia (specie a Palermo, Agrigento, Caltanissetta, Catania, Enna, Messina, Palermo, Ragusa, Siracusa, Trapani), Sardegna (specie a Cagliari, Nuoro, Oristano, Sassari, Carbonia - Iglesias, Medio Campidano, Ogliastra, Olbia - Tempio).



Share/Bookmark